Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_maputo

Prima sessione del Comitato Congiunto italo-mozambicano per l'attuazione del programma di sostegno all’Università Eduardo Mondlane 

Data:

10/06/2011







Prima sessione del Comitato Congiunto italo-mozambicano per l'attuazione del programma di sostegno all’Università Eduardo Mondlane 

L’Ambasciatore d’Italia, Roberto Vellano, il Vice Ministro per l’Educazione, Arlindo Chilundo, ed il Rettore dell’Università Eduardo Mondlane (UEM), Orlando Quilambo hanno preso parte, il 19 agosto 2013, alla prima sessione del Comitato Congiunto italo-mozambicano per l'attuazione del programma di sostegno all’Università Eduardo Mondlane, in cui sono stati approvati il Piano Generale di Attività, i Piani Annuali per il 2013 ed il 2014 e le previsioni di spesa ripartite per annualità, anni finanziari e capitoli di spesa.

 

Il Comitato Congiunto è stato istituito nell’ambito dell’Accordo intergovernativo per la realizzazione del programma di "Supporto all’U.E.M per la riforma accademica, l’innovazione tecnologica e la ricerca scientifica", che conta su un finanziamento della Cooperazione italiana pari a circa 4,3 milioni di euro.

 

Nel corso dell’incontro sono state illustrate le finalità dell’intervento e la struttura del Piano di Attività del programma, suddiviso in 5 progetti, 11 sub-progetti e 67 attività specifiche riguardanti l’intera gamma delle competenze accademiche ed amministrative dell’UEM.

 

La parte mozambicana ha ribadito il grande apprezzamento riservato al supporto dato dall’Italia all’UEM fin dagli anni 70 ed ha sottolineato l’approccio innovativo del programma, che affida all’UEM, con l’assistenza tecnica italiana, la responsabilità diretta della realizzazione degli interventi. Questi riguardano principalmente il rafforzamento delle competenze istituzionali nelle aree della valutazione di qualità, dell’efficienza gestionale, della qualità accademica, della ricerca applicata, nonché il supporto alle scuole di specializzazione post-laurea connesse alla valorizzazione delle risorse ambientali.

 

L’Ambasciatore Vellano, da parte sua, ha rilevato la necessità di assicurare il massimo sostegno istituzionale alla realizzazione di un programma che, oltre alle attività di sua diretta pertinenza, potrà rappresentare il quadro di riferimento per il rafforzamento dei rapporti di collaborazione tra l’UEM e le Università italiane nel campo della ricerca applicata, in collaborazione con il settore produttivo, in un’ottica di cooperazione integrata tra i rispettivi sistemi-paese.

 


125